Andrea Pol


Andrea nasce a Milano il 16 Settembre 1967. Terminati gli studi artistici durante i quali conosce molti dei personaggi che lo ispireranno durante la sua carriera di fotografo, collabora con diversi professionisti realizzando cataloghi e ritratti. Tra questi spiccano: Mario Benedetti, Claudio Sugliani, Luca Pignatelli, Pietro Capogrosso, Corbaccio e John Kerr. Alla fine degli anni ’80, lavora con Mondadori per la collana di romanzi “Blus Mondadori” diretta da Stefano Magagnoli e con “Il Club Degli Editori” il cui Art Director all’epoca era Marco Baudinelli. Per alcuni anni, partecipa con Lomography all’organizzazione di diversi eventi fotografici importanti, tra cui: un evento all'interno del Festival del Teatro di Polverigi (Ancona), sponsorizzato da Hogan. Andrea aveva il compito di fotografare il “dietro le quinte” del teatro: le prove, gli attori e gli spettacoli. Il mattino successivo, le foto di Pol furono esposte su un “muro”, definito lomowall, alto 3m e lungo 15m. A seguito di questa esperienza, Andrea inizia la collaborazione con il Gruppo Della Valle – Hogan, Tod's, Acqua di Parma, Fay – per il quale crea campagne stampa, cataloghi e redazionali per l'Italia e gli Stati Uniti e grazie a cui ha avuto la possibilità di lavorare a stretto contatto col Dott. Oscar Micucci. In quegli anni viene inviato alla 24Ore di Le Mans dalla Hogan, sponsor tecnico della scuderia Toyota, per un reportage della competizione. Grazie all’amicizia con Baruch Vergara, artista di spicco in America Latina, Andrea vive in Messico per un anno, frequentando la UDLAP (Universidad De Las Americas Puebla) e seguendo diversi Workshop sulla calcografia, tenuti dall’artista e docente dell’Accademia di Brera di Milano, Mario Benedetti. Durante questa esperienza, conosce José Lazcarro, grande artista e rettore dell’Accademia d’Arte dell’Università messicana. Rientrato in Italia, Pol viene chiamato da Swatch Italia per realizzare la campagna pubblicitaria del 1999 collaborando con il direttore artistico Giovanni Trevisson. All’inizio del millenio assume l'incarico di Art Director Senior presso l'agenzia Aekon di Milano, studio di grandi professionisti fondata dal noto creativo Elvar Ingimarsson. Nel 2003, Andrea ed Elvar partono per una missione pressoché “impossibile”: aprire un ristorante italiano della catena Rossopomodoro a Reykjavik, in Islanda. L’impresa riesce e i due rimangono al Nord per diversi mesi, riscuotendo grandissimo successo in tutta la città. Negli ultimi anni dello scorso decennio, collabora come fotografo free lance con figure di rilievo appartenenti a vari “mondi”, tra questi: Rosaria Rattin, designer e fondatrice di Kose, per il catalogo della sua prima collezione e Walter Voulaz, “il signore dei volants”, per cui scatta alcune foto dei sui capi. Andrea annovera anche una proficua collaborazione con la CIS di Milano e, da quasi 5 anni, è il Direttore Creativo della Daglo Srl, il cui core business è rappresentato dall’accrescimento delle potenzialità di quelle aziende italiane che decidono di affacciarsi su nuovi mercati, anche internazionali. Andrea è un fotografo poliedrico e certamente eccentrico: Food, Still Life, Fashion, Ritratti e Architettura, sono i suoi “ambiti” preferiti.

"I could show you thousands of photos I have taken,but they will all be different from what I will do for you".